PARTENARIATO PUBBLICO PRIVATO

Procedura per proposte di iniziativa privata ai sensi dell'art. 183 c. 15 del Dlgs 50/2016

FASE 01 – SOGGETTO PRIVATO (PROPONENTE)

Proposta di realizzazione in concessione di lavori pubblici

  1. Progetto di fattibilità

  2. Bozza di convenzione

  3. Piano Economico Finanziario asseverato

  4. Specifica delle caratteristiche del servizio e della gestione

  5. Autodichiarazione di possesso dei requisiti…

      a. ... per i concessionari, anche associando o consorziando altri soggetti (comma 17);

      b. … per partecipare all'affidamento di servizi di progettazione eventualmente associati o consorziati con enti finanziatori e con gestori di servizi.

   6. Cauzione (art. 93 D.Lgs 50/2016)

      a. 2% del prezzo base sotto forma di cauzione o fideiussione.

Può essere ridotta all'1% o aumentata fino al 4%.

Deve prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale, la rinuncia all'eccezione di cui all'articolo 1957, secondo comma, del codice civile, nonché l’operatività della garanzia medesima entro quindici giorni, a semplice richiesta scritta della stazione appaltante.

Deve avere efficacia per almeno centottanta giorni dalla data di presentazione dell’offerta.

La garanzia copre la mancata sottoscrizione del contratto dopo l’aggiudicazione dovuta ad ogni fatto riconducibile all'affidatario o all'adozione di informazione antimafia interdittiva emessa ai sensi degli articoli 84 e 91 del decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159; la garanzia è svincolata automaticamente al momento della sottoscrizione del contratto.

      b. L’offerta è altresì corredata, a pena di esclusione, dall'impegno di un fideiussore, anche diverso da quello che ha rilasciato la garanzia provvisoria, a rilasciare la garanzia fideiussoria per l’esecuzione del contratto, di cui agli articoli 103 e 104, qualora l’offerente risultasse affidatario. (Il presente comma non si applica alle microimprese, piccole e medie imprese e ai raggruppamenti temporanei o consorzi ordinari costituiti esclusivamente da microimprese, piccole e medie imprese.)

   7. Impegno a prestare cauzione di importo pari al 2,5% dell’investimento

 

FASE 02 – PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (ENTE CONCEDENTE)

  1. Nomina del Responsabile Unico del Procedimento

  2. Avvio del procedimento

  3. Valutazione della fattibilità della proposta (entro tre mesi)

  4. Analisi quantitativa (della documentazione prevista dalla norma)

  5. Analisi qualitativa (dei contenuti degli elaborati)

  6. Invito ad apportare le modifiche al progetto di fattibilità necessarie per l’approvazione (eventuale)

 

FASE 03 (eventuale) – SOGGETTO PRIVATO (PROPONENTE)

  1. Modifiche del progetto come richiesto dall'Ente Concedente

 

FASE 04 – PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (ENTE CONCEDENTE)

  1. Inserimento del progetto di fattibilità negli strumenti di programmazione

  2. Entro 5 giorni da FASE-03.1

Conferenza di servizi preliminare per l’approvazione del progetto di fattibilità

Modalità “semplificata asincrona” da concludersi entro 45 giorni.

   3. Entro 5 giorni dall'ottenimento dei pareri

Invito ad apportare le modifiche necessarie per l’approvazione (eventuale)

 

FASE 05 (eventuale) – SOGGETTO PRIVATO (PROPONENTE)

  1. Modifiche del progetto come richiesto dall'Ente Concedente

 

FASE 06 – PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (ENTE CONCEDENTE)

  1. Bando di gara per la PROGETTAZIONE (definitiva ed esecutiva), il FINANZIAMENTO, la COSTRUZIONE, la GESTIONE, la MANUTENZIONE

  2. Aggiudicazione

  3. Contratto di concessione

      a. Contiene matrice dei rischi

      b. Dalla data di sottoscrizione decorre il periodo di concessione (eventuali ritardi del Concessionario per la presentazione del progetto e/o per l’esecuzione dei lavori riducono il periodo di gestione)

 

FASE 07 – SOGGETTO PRIVATO (CONCESSIONARIO)

  1. Presentazione PROGETTO DEFINITIVO

 

FASE 08 – PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (ENTE CONCEDENTE)

  1. Conferenza di servizi decisoria per l’approvazione del progetto definitivo

Modalità “semplificata asincrona” da concludersi entro 45 giorni.

   2. Proposta di Delibera di Consiglio Comunale per l’approvazione del progetto definitivo

   3. Delibera di Consiglio Comunale di approvazione del progetto definitivo

   4. Invito al concessionario per la presentazione del progetto esecutivo

 

FASE 09 – SOGGETTO PRIVATO (CONCESSIONARIO)

  1. Presentazione PROGETTO ESECUTIVO

 

FASE 10 – PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (ENTE CONCEDENTE)

  1. Verifica del progetto esecutivo

  2. Validazione del progetto esecutivo

  3. Approvazione del progetto esecutivo (Determinazione Dirigenziale > dirigente tecnico ing/arch)

  4. Nomina dell’Ufficio di Direzione dei Lavori

      a. Direttore lavori (n. 1 tecnico edile)

      b. Direttori operativi (>= 1 tecnico edile)

      c. Ispettori di cantiere (>= 1 tecnico edile)

      d. Coordinatore della Sicurezza in fase di Esecuzione (CSE) (eventuale, nel caso in cui il Direttore dei lavori non possegga i requisiti previsti dal D.Lgs 81/08)

 

FASE 11 – SOGGETTO PRIVATO (CONCESSIONARIO) + PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (ENTE CONCEDENTE)

  1. Consegna dei lavori

  2. Esecuzione diretta dei lavori o affidamento a terzi, dei lavori non eseguiti direttamente dai soci o in subappalto, mediante procedura ad evidenza pubblica ai sensi dell’articolo 164 del Codice, nel rispetto dei requisiti previsti dagli articoli 80 e 83 del Codice, dalla normativa vigente e dalla Documentazione di Gara

  3. Direzione dei lavori

  4. Collaudo in corso d’opera

  5. Collaudo

  6. Accatastamento

  7. Agibilità

  8. Consegna dell’opera

  9. Acquisizione al Patrimonio dell’opera

  10. Nomina del Direttore dell’Esecuzione del Contratto

 

FASE 12 – SOGGETTO PRIVATO (CONCESSIONARIO) + PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (ENTE CONCEDENTE)

GESTIONE DEL SERVIZIO

...segue