MANUTENZIONE

La definizione di manutenzione​ ordinaria e straordinaria così come declinata all'art. 3 del DPR 380/01 (Testo unico in materia di edilizia) può essere utile per individuare la procedura autorizzativa idonea in particolare nell'ambito dell'edilizia privata ma può risultare limitante nell'ambito dei contratti pubblici in quanto non include tutte le fattispecie che possono ricorrere e pertanto può lasciare margini di interpretabilità.

Per ovviare a tali limiti nei contratti pubblici è possibile ricorrere alle definizioni dei diversi tipi di manutenzione rinvenibili nelle norme UNI EN 13306:2010 e UNI EN 15331:2011 e che si riportano di seguito.

  • Manutenzione ciclica 

Manutenzione preventiva effettuata secondo intervalli di tempo stabiliti o un numero di unità di misura di utilizzo, ma senza una precedente indagine sulle condizioni dell'entità. [UNI EN 13306:2010]

  • Manutenzione correttiva (o manutenzione a guasto) 

Manutenzione eseguita a seguito della rilevazione di un'avaria e volta a riportare l'entità in uno stato in cui essa possa eseguire una funzione richiesta. [UNI EN 13306:2010]

  • Manutenzione differita 

Manutenzione correttiva che non è eseguita immediatamente dopo la rilevazione di un'avaria, ma che è differita in conformità a determinate regole. [UNI EN 13306:2010]

  • Manutenzione di opportunità 

Manutenzione preventiva eseguita in anticipo rispetto all'occorrenza pianificata come conseguenza di un'attività imprevista che ne consente l'esecuzione a costo ridotto o con un minor numero di risorse. [UNI EN 15331:2011]

  • Manutenzione di routine 

Attività regolari o ripetute di manutenzione preventiva elementare. [UNI EN 13306:2010]

  • Manutenzione d'urgenza 

Manutenzione correttiva che è eseguita senza indugio dopo la rilevazione di un guasto in modo da evitare conseguenze inaccettabili. [UNI EN 13306:2010]

  • Manutenzione immobiliare 

Complesso di servizi finalizzati a garantire l'utilizzo di un bene immobiliare, mantenendone il valore patrimoniale e le prestazioni iniziali entro limiti accettabili per tutta la vita utile e favorendone l'adeguamento tecnico e normativo alle iniziali o nuove prestazioni tecniche scelte dal gestore o richieste dalla legislazione.
Combinazione di tutte le azioni tecniche, amministrative e gestionali, durante il ciclo di vita di un edificio (o di una sua parte), destinate a mantenerla o riportarla in uno stato in cui possa eseguire la funzione richiesta. [UNI EN 15331:2011]

  • Manutenzione in linea 

Manutenzione eseguita su un'entità mentre è in funzione e senza influire sulla sua prestazione. [UNI EN 13306:2010]

  • Manutenzione in situ 

Manutenzione eseguita nel luogo in cui è solitamente ubicata l'entità. [UNI EN 13306:2010]

  • Manutenzione migliorativa 

Insieme delle azioni di miglioramento o piccola modifica che non incrementano il valore patrimoniale del bene. [UNI 10147:2012]

  • Manutenzione ordinaria 

Tipologia di interventi manutentivi durante il ciclo di vita, atti a:
- mantenere l'integrità originaria del bene;

- mantenere o ripristinare l'efficienza dei beni;

- contenere il normale degrado d'uso; garantire la vita utile del bene;

- far fronte ad eventi accidentali.

[UNI 11063:2003]    

Nota: tali interventi non modificano le caratteristiche originarie del bene stesso e non ne modificano la struttura essenziale e la sua destinazione d'uso; i costi relativi devono essere previsti (anche su base statistica) nel budget di manutenzione e attribuiti all'esercizio finanziario in cui le attività sono state svolte.

  • Manutenzione predittiva 

Manutenzione su condizione eseguita in seguito a una previsione derivata dall'analisi ripetuta o da caratteristiche note e dalla valutazione dei parametri significativi afferenti il degrado dell'entità. [UNI EN 13306:2010]

  • Manutenzione preventiva 

Manutenzione eseguita a intervalli predeterminati o secondo criteri prescritti e prevista per ridurre la probabilità di guasto o il degrado del funzionamento di un'entità. [UNI EN 13306:2010]

  • Manutenzione programmata 

Manutenzione eseguita secondo un programma temporale stabilito o un numero di unità di misura di utilizzo stabilito. [UNI EN 13306:2010]

  • Manutenzione secondo condizione 

Manutenzione preventiva che include una combinazione di monitoraggio delle condizioni e/o ispezione e/o prove, analisi e le azioni di manutenzione che ne conseguono. [UNI EN 13306:2010]

  • Manutenzione straordinaria 

Tipologia di interventi non ricorrenti e d'elevato costo in confronto al valore di rimpiazzo del bene e ai costi annuali di manutenzione ordinaria dello stesso. [UNI 11063:2003]    

Nota: gli interventi non comportano variazioni di destinazioni d'uso del bene né modifiche delle caratteristiche originarie e della struttura essenziale; possono prolungarne la vita utile e/o, in via subordinata, migliorarne l'efficienza, l'affidabilità, la produttività, la manutenibilità e l'ispezionabilità; i costi relativi sono previsti nel budget di manutenzione realizzazione e possono essere attribuiti all'esercizio finanziario in cui gli interventi sono stati realizzati o capitalizzati, purché si tratti di  interventi su beni che ne comportino un aumento significativo della vita utile.

  • Manutenzione urbana 

Complesso di servizi finalizzati a garantire l'utilizzo di un bene urbano, mantenendone il valore patrimoniale e le prestazioni iniziali entro limiti accettabili per tutta la vita utile e favorendone l'adeguamento tecnico e normativo alle iniziali o nuove prestazioni tecniche scelte dal gestore o richieste dalla legislazione.